Vai al contenuto principale

Dipartimento di Eccellenza MUR 2023-2027

 

Per ESOMAS si tratta di un’importante conferma considerando che il dipartimento aveva vinto analogo finanziamento anche nel quinquennio precedente (2018-22).

Scienze_economico-sociali_e_matematico-statistiche.jpg

 

Siamo eccellenti perchè

ESOMAS promuove una prospettiva interdisciplinare all'analisi dei fenomeni economici e sociali caratterizzata dall’attenzione agli aspetti quantitativi e si distingue per una forte aderenza alle best practice internazionali nella ricerca, nella didattica e nelle attività di terza missione.

 

Il progetto e gli obiettivi

Se il precedente quinquennio di eccellenza (2018-2022) ha permesso a ESOMAS di consolidare la propria posizione tra i primissimi dipartimenti nel panorama nazionale, l’ambizioso obiettivo per questo quinquennio è di raggiungere un analogo riconoscimento e posizionamento a livello europeo.

I tre obiettivi complessivi di sviluppo sono:

  1. perseguire l’eccellenza nella ricerca scientifica, attestabile tramite la pubblicazione di articoli nelle migliori riviste internazionali (su questo si veda la pagina "Pubblicazioni");
  2. assicurare didattica innovativa e di alto livello, secondo gli standard internazionali su tematiche di frontiera e fortemente richieste dal mercato del lavoro;
  3. migliorare la visibilità e la reputazione di ESOMAS attraverso le attività di public engagement e terza missione.

Il raggiungimento di questi obiettivi fa perno sullo sviluppo di un progetto scientifico che, da una parte, coinvolge in maniera organica e trasversale le aree di eccellenza di ESOMAS e contribuisce a una crescita delle conoscenze sia di base che applicate in linea con i temi strategici nazionali (PNRR) e dell'UE (es. Mission di Horizon Europe) e, dall’altra, ha chiare implicazioni e ricadute sulla didattica (insegnamento di nuove metodologie e strumenti) e sulle attività di terza missione (contributi al dibattito e al disegno di politica economica).

 

Tappe principali del progetto

 

2023-2025

  • Reclutamento di nove unità di personale docente, amministrativo e tecnico
  • Costituzione di una infrastruttura di ricerca (ESOMAS Datalab) per la produzione, gestione e utilizzo diffuso di banche dati altamente innovative funzionali allo studio dei temi del progetto scientifico
  • Revisione dei piani di studio per aumentare la presenza di moduli di insegnamento relativi alle più moderne tecniche di gestione e analisi di grandi banche dati
  • Lancio di un sistema di incentivi alle pubblicazioni nelle riviste di maggior prestigio internazionale, alla didattica di qualità ed alla partecipazione a bandi competitivi
  • Attivazione di procedure per l’attrazione di Visiting Professor

 

2026-2027

  • Aggiornamento delle competenze dei propri ricercatori, studenti di dottorato e di laurea magistrale su temi e metodologie di frontiera a cavallo tra economia applicata e data science
  • Utilizzo anche a fini didattici del nuovo ESOMAS Datalab
  • Attivazione di procedure per l’attrazione di Visiting Professor

 

Azioni

La pandemia da Covid-19 e la guerra in Ucraina rappresentano shock di natura eccezionale per l’economia globale, già interessata da una profonda fase di mutamenti strutturali di carattere tecnologico e ambientale. Shock estremi e trasformazioni strutturali non solo stanno acuendo disparità e vulnerabilità pre-esistenti, ma creano anche rischi inediti e nuove disuguaglianze per interi settori produttivi ed aree geografiche, colpendo con particolare intensità specifici gruppi di lavoratori, famiglie ed imprese.

La natura degli shock, le attuali dinamiche inflattive e le concomitanti transizioni ecologica e digitale, sono di tale portata che le conseguenze di tali rischi e disuguaglianze appaiono diverse da quelle del passato. Come tali richiedono un’analisi critica di cause ed effetti, e un profondo ripensamento del policy mix con cui i governi sono chiamati a intervenire: politiche macroeconomiche, assicurative e redistributive, politiche per la formazione, politiche attive del lavoro, regolamentazione dei mercati. 

Il progetto scientifico si propone di studiare i suddetti temi in modo trasversale, facendo leva sull’esistenza all’interno di ESOMAS di 4 gruppi di ricercatori ben integrati al loro interno e che si caratterizzano per elevati standard internazionali di ricerca, e di sfruttare in chiave strategica e innovativa rispetto al panorama locale e nazionale le opportunità e sinergie con altri enti del territorio, Fondazione Collegio Carlo Alberto in primis.

Verranno introdotti teaching assistant con compiti di supporto ai docenti e potenziamento dell’efficacia del materiale didattico.

Verrà potenziata l’offerta formativa con corsi e seminari tenuti da visiting professor/scientist di elevato profilo. In linea con le tematiche del progetto si punterà a un miglioramento delle competenze professionali degli studenti attraverso moduli tenuti da professionisti riconosciuti per l’acquisizione e lo sviluppo di conoscenze e competenze di frontiera (machine learning, deep learning, reti neurali), fortemente richieste dal mercato del lavoro.

Si prevede altresì un ulteriore potenziamento in chiave internazionale del dottorato in Economia “Vilfredo Pareto”.

In stretta sinergia con la nascente struttura gemella del Collegio Carlo Alberto, si intende costituire una infrastruttura di ricerca (ESOMAS Datalab) per la produzione, gestione e utilizzo diffuso di banche dati altamente innovative per lo studio dei temi del progetto scientifico, con ricadute attese anche sulla didattica di II e III livello e le attività di Terza Missione. Anche attraverso la realizzazione di survey ad hoc, saranno raccolti nuovi dati sulla partecipazione delle imprese italiane alle GVC, le strategie di diversificazione, gestione dei nuovi rischi e trasformazione legate alle transizioni ecologica e digitale.

I dati raccolti saranno anche utilizzati come training dataset per metodi di machine learning atti a predire strategie e comportamenti aziendali in banche dati già disponibili.

La gestione e il monitoraggio del progetto sono affidate a un management team (MT) composto dal Direttore e dai due Vice Direttori per la ricerca e la didattica. Verranno inoltre coinvolti periodicamente gli altri membri della Giunta e delle Commissioni Ricerca e Didattica con funzioni consultive. Il MT si riunirà periodicamente per definire le strategie di reclutamento, valutare la coerenza del lavoro scientifico con i temi del progetto, deliberare la premialità della didattica e della ricerca.

 



Approfondimenti

UnitoNews: "Dipartimenti d'Eccellenza 2023-27, UniTo fra le migliori d'Italia: oltre 62 mln di finanziamento"

 

 

Ultimo aggiornamento: 14/07/2023 10:31
Non cliccare qui!